Impianti termici: da Enea le linee guida

L’ENEA, agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile insieme al Ministero dello Sviluppo Economico ed al Comitato termotecnico italiano (CTI) ha predisposto delle linee guida che rappresenteranno un riferimento per tutte le autorità competenti riguardo gli impianti termici.

Le linee guida rappresenteranno un regolamento tipo, che contiene una panoramica delle procedure e delle tempistiche che devono disciplinare e seguire le ispezioni degli impianti termici.

Sono riportate, inoltre, gli obblighi dei responsabili degli impianti e degli ispettori e sono suggerite possibili tariffe per le ispezioni e le trasmissioni dei rapporti di efficienza energetica.

L’obiettivo principale del regolamento è quello di creare omogeneità sulle norme sul funzionamento e sui controlli su tutto il territorio nazionale.

Le linee guida, infatti, hanno lo scopo di uniformare le regole, fornendo un riferimento unico per le Regioni e per i responsabili degli impianti, soprattutto in vista dell’obbligo di adeguamento dei libretti di impianto entro il 15 ottobre 2014.

Da metà ottobre, infatti, i libretti dovranno essere infatti uniformati ai modelli contenuti nel Dpr 74/2013 e nel DM 10 febbraio 2014.

Il contenuto del documento (78 pagine) affronta gli aspetti procedurali che si instaurano tra utenti e autorità competente, quali le cadenze delle trasmissioni dei rapporti di efficienza energetica, le cadenze delle ispezioni, le modalità comportamentali e gli obblighi dei responsabili degli impianti termici e degli ispettori.

Il regolamento tipo suggerisce alle Regioni, ad esempio, di istituire un catasto degli impianti termici, fruibile online, e di fissare tariffe per le ispezioni e l’apposizione dei bollini differenziate in base alla tipologia e alla potenza degli impianti.

Contiene anche possibili modelli per le comunicazioni tra l’utente e l’autorità competente circa la nomina/cessazione del terzo responsabile, la nomina/cessazione dell’amministratore del condominio, la disattivazione dell’impianto, l’avvenuto adeguamento alle prescrizioni e la sostituzione del generatore di calore, e infine un promemoria circa gli adempimenti spettanti al responsabile, al terzo responsabile, al manutentore e al conduttore dell’impianto.

Per quanto riguarda le ispezioni, il documento contiene due modelli di rapporto di prova, generatori a fiamma e macchine frigorifere, comprensivi delle istruzioni di compilazione.

Leggi le linee guida

 

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On Linkedin